Archivio di gennaio 2012

2012 25 gen

Contenimento dell’ingressione salina nell’acquifero freatico costiero: salvaguardia dei processi di ricarica naturali ed eventuali azioni di ricarica artificiale


by Atlantide

26 gennaio 2012

Workshop al Centro Visite Salina di Cervia:  contenimento dell’ingressione salina http://essayswriters.biz/ nell’acquifero freatico costiero: salvaguardia dei processi di ricarica naturali ed eventuali azioni di ricarica artificiale

Giovedì 26 gennaio il Centro Visite Salina di Cervia ospiterà nella mattinata un importante workshop dal titolo Contenimento dell’ingressione salina nell’acquifero freatico costiero: salvaguardia dei processi di ricarica naturali ed eventuali azioni di ricarica artificiale, gratuito e aperto a tutti gli interessati e appassionati. Scopo principale dell’incontro è condividere con i soggetti interessati le azioni che risulta necessario intraprendere sul territorio al fine di contrastare nel modo più efficace e utile per la

salvaguardia dell’ambiente il fenomeno di ingressione del cuneo salino lungo la costa romagnola.

Il programma prevede: ore 9.30 ritrovo e registrazione dei partecipanti al Centro Visite Salina di Cervia; ore 10.00 inizio presentazioni; ore 13.00 conclusione.

Dopo un prima presentazione del progetto e un intervento iniziale da parte di un rappresentante del Consiglio Nazionale dei Geologi, si susseguiranno alcuni importanti interventi di approfondimento: “Caratteristiche geologiche e idrogeologiche dell’acquifero freatico lungo la costa emiliano romagnola” a cura di Paolo Severi, Luciana Bonzi, Lorenzo Calabrese, Venusia Ferrari (Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli – Regione Emilia-Romagna); “Ricarica artificiale dell’acquifero superficiale per contrastare l’intrusione salina lungo la costa romagnola” a cura di Marco Antonellini (Università di Bologna CIRSA); “Effetti della ricarica naturale e dell’irrigazione sulla salinità delle acque sotterranee dell’acquifero freatico costiero ravennate.” a cura di Nicolas Greggio (Università di Bologna CIRSA);  “Conseguenze della stagionalità sull’evaporazione e sulla ricarica discontinua. Considerazioni geochimiche legate a progetti di ricarica artificiale degli acquiferi

costieri” a cura di Pauline Mollema (Università di Bologna CIRSA). Linee guida per MAR (Managed Aquifer Recharge) a cura di Marco Antonellini (Università di Bologna CIRSA).

Al termine sono previsti 30 minuti di discussione.

Finalità dello studio

Lo studio che viene presentato al workshop ha indagato, approfondito e analizzato varie azioni progettuali finalizzate alla potenziale ricarica dell’acquifero costiero per il contenimento dell’ingressione del cuneo salino e la salvaguardia degli ecosistemi di transizione e delle zone naturali della costa.

L’indagine di fattibilità per la ricarica degli acquiferi (MAR) è stata riconosciuta a livello internazionale come uno dei temi principali e più importanti per la conservazione della risorsa acqua (UNESCO 2005). La MAR ha il potenziale per essere uno dei maggiori contributi per l’ottenimento degli obiettivi di sviluppo degli approvvigionamenti idrici stabiliti dalle Nazioni Unite, soprattutto nelle zone mediterranee e a clima arido o semi-arido. Molti organismi internazionali, nazionali e locali vedono quindi un grande potenziale di sviluppo per questa tecnica di incremento della ricarica, non solo per aumentare la quantità e continuità delle risorse idriche in zone tradizionalmente povere di questa risorsa, ma anche per contrastare fenomeni di degrado degli acquiferi, come l’intrusione salina, che può accadere in una grande varietà di località costiere. In vista dell’implementazione per l’anno 2015 della Direttiva Quadro della Comunità Europea (EU 2000), è importante pensare a una strategia per il recupero dell’acquifero freatico costiero della zona Emiliano-Romagnola che oggigiorno è fortemente inquinata da acqua di mare (Antonellini et al. 2008).

I progetti di ricarica artificiale degli acquiferi possono avere successo se sono stati ben pianificati, costruiti e mantenuti. Essi dovrebbero essere una parte integrante dei piani di bacino e delle strategie di gestione dell’acqua.

L’accoglienza al Centro Visite Salina di Cervia, Centro Visite del Parco del Delta del Po ER, è a cura di Atlantide.

Per informazioni e prenotazioni:

Centro Visite Salina di Cervia tel 0544 973040, salinadicervia@atlantide.net, www.atlantide.net/salinadicervia.
yasmin 21 yasmine galenorn reading orderyasmin side effectsyasmin buyyasmin contraceptive pill order yasminyasmin 28