Archivi per la categoria ‘Salato e mangiato’

2010 10 set

Al via Sapore di Sale: ecco il programma dettagliato


by Redazione Web

Venerdì 10 settembre 2010

MAGAZZINO DEL SALE TORRE
alle 17,45 Inaugurazione ufficiale di Sapore di Sale 2010
dalle 18 Esposizioni del Sale del mondo e di ceramiche – Associazione “Salviamo i Mulini” di Trapani
alle 18 Video: un parco di emozioni / Parco del Delta del Po Emilia-Romagna. Mostra fotografica di Simone Manzo
alle 18 presentazione del libro Sociologia del turismo balneare. Turismo, consumi, tempo libero. Nevio Salimbeni, Assessore al Turismo di Cervia ed Ermanno Zattoni, esperto di turismo, ne parlano con l’autore Asterio Savelli, docente di Sociologia del turismo all’Università di Bologna
alle 18,30 Il sale ieri, oggi, domani: incontri e racconti “a voce” sulla storia del sale e l’esperienza dei salinari, alternati a proiezioni e ricerche per fare il punto sul sale oggi, il suo impiego nel campo del benessere e la sua rivalutazione in campo gastronomico; Le favole e il sale: monologhi e letture di Ilario Sirri; Storie di sale in dialetto romagnolo: momenti all’insegna della memoria con la narrazione di storie dei salinari
dalle 18 La cosmetica: esposizione di creme, fanghi e altri prodotti delle saline
dalle 18,30 alle 22,30 Osteria Sapore di Sale / Ristorante Casa delle Aie
dalle 18,30 alle 23 Sale la voglia di vino: degustazione dei vini di Romagna e dei prodotti gastronomici lavorati al sale di Cervia / Associazione Italiana Sommeliers Romagna
alle 21 L’angelo di sale: presentazione del libro “Faccia di sale” di Eraldo Baldini e spettacolo della compagnia Teatro del Sale con scenografia degli aquiloni dell’associazione Cervia Volante

BANCHINA PIAZZALE DEI SALINARI
alle 18,30 Gara di velocipedi barche tradizionali comacchiesi, 4 equipaggi a confronto

SALA RUBICONE

dalle 17 alle 19 Sapore di Pasta Fresca: come si prepara la sfoglia con il suo compenso / Associazione Culturale Casa delle Aie di Cervia

AREA ESTERNA AL MAGAZZINO DEL SALE TORRE
dalle 18 Le eccellenze: i prodotti al Sale di Cervia / Parco della Salina; i prodotti delle saline e del territorio di Trapani
dalle 18 La cucina del Parco del Delta del Po / Cervia Auxilia mani e cuore di Romagna
dalle 18 Bere al sale e focaccia al pomodoro e saraghina /Ascom Cervia
dalle 18 I piatti del Sale / Ristorante “Al Deserto” di Cervia

MUSA MUSEO DEL SALE
dalle 17 alle 23,30 apertura del Museo
alle 18 C’era una volta Cervia, visita “animata” al centro storico di Cervia / MUSA

PIAZZALE DEI SALINARI
dalle 18 Il Mercatino dei Sapori / Copaf
dalle 18 Cozze alla Marinara: gastronomia / Confesercenti Cervia, Cooperativa La Fenice, Cooperativa Pescatori Cervia
dalle 18 Piadina al Sale di Cervia: laboratorio per bambini e adulti; degustazioni; gastronomia tipica con la piadina romagnola al sale di Cervia in collaborazione con il chiosco “Capitan Piada” / CNA e Confartigianato di Cervia con il contributo della Camera di Commercio di Ravenna
dalle 20,30 Musica dal vivo

PIAZZA GARIBALDI
alle 21 Django 100, concerto di EZ Gipsy Quartet. Nel centenario della sua nascita la band rende omaggio a Django Reinhartd, inventore del genere musicale jazz manouche.

La band:
Enrico ZanellaChitarra Solista
Giovanni PoChitarra Ritmica
Matteo ZucconiContrabbasso
Alessio AlberghiniSax Soprano

PIAZZA GARIBALDI, PIAZZA PISACANE, CORSO MAZZINI
dalle 15 alle 23 Mercato Cervia Gustosa: loverie e sapori regionali / Consorzio Cervia Centro

RISTORANTI CERVESI
Percorso del sale con menù e piatti a tema / Ascom e Confesercenti di Cervia

TERME DI CERVIA
Salute alle Terme: pacchetti completi di soggiorno sul territorio e percorsi benessere specifici, con trattamenti termali che utilizzano anche prodotti al sale / Terme di Cervia.

(continua…)

2010 24 giu

Strozzapreti stridoli e pinoli


by Redazione Web

strozzapretiLa Romagna è la patria di un  mito delizia per il palato: un tipo di pasta semplice e molto buona che porta il singolare nome di Strozzapreti.
É una pasta povera, in quanto priva di uova, ed è estremamente facile da preparare. Unita agli stridoli (pianta spontanea del sottobosco dal sapore simile ai piselli appena cotti) e ai pinoli, i prodotti della Pineta di Cervia, questa delizia casereccia diventa un piatto irrestibilmente gustosostridoli
Eccovi la ricetta (per 4 persone)!!!
Per la pasta:
400 g di farina, acqua tiepida e sale q.b.
Procedimento:
Disporre la farina a fontana e aggiungere un pizzico di sale, versare l’acqua nella farina in quantità sufficiente per ottenere un impasto piuttosto consistente ed omogeneo.
Lavorarlo per qualche minuto con il palmo della mano, quindi stendere col mattarello una sfoglia dello spessore di circa 2 mm.
Tagliare delle striscioline larghe circa 1,5 cm e prenderne una alla volta, arrotolarle fra le palme delle mani per spezzarle, poi, con le dita, così da ridurle ad una lunghezza di 8-10 cm circa.
pinoliRiempire una pentola d’acqua e portarla a bollore, salarla, versare gli strozzapreti e far cuocere per circa 4 minuti.
Per il sugo:
300 gr di strdoli
80 g di pinoli
 uno spicchio d’aglio
una cipolla piccola
una carota
una costa di sedano
parmiggiano reggiano 
olio extravergine di oliva
mezzo bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe q.b.

Triturate aglio, cipolla, carota e sedano e fare il soffritto con l’olio extravergine.
Sfumate con il vino bianco e aggiungete al soffritto gli strigoli  e i pinoli qualche minuto prima che la pasta sia pronta da scolare. Gli strigoli non devono cuocere ma solo appassire.
Saltate la pasta direttamente in padella con gli strigoli e servite con una manciata di parmigiano… Il profumo la fa da padrone!
Chi lo desidera può arricchire il soffritto e gli strigoli con della salsa di pomodoro (in questo caso bisogna continuare la cottura per altri 15 minuti).

2010 06 mag

Dorati grissini stirati al Sale Dolce di Cervia


by Redazione Web

IngredientiDorati grissinio al Sale Dolce di Cervia

Per l’impasto:
550 g di farina
270 g di acqua ( q.b. in base all’umidità della farina)
50 g di olio extravergine di oliva + q.b. per spennelarli
15 g di lievito di birra
un cucchiaio di sale dolce di Cervia
un cucchiaio di miele
Per la spennelatura:
erbe aromatiche (rosmarino, timo, salvia in mix) q.b.
olio extravergine di oliva per spennelare prima di infornare q.b.
Sale Dolce di Cervia q.b.

Procedimento

Formare  una fontana con la farina, nel centro mettere l’olio, il miele e l’acqua in cui precedentemente è stato sciolto il lievito. Impastare il tutto in modo accurato e sbattere bene sul piano di lavoro l’impasto così ottenuto che dovrà risultare abbastanza omogeneo.
Formare quindi dei filoncini e cospargerli, uno ad uno, in modo accurato, con un pò di olio di oliva, Sale Dolce di Cervia ed erbe aromatiche.
Fare lievitare bene il tutto  circa un’ora sotto una ciotola riscaldata.
Tagliare poi il tutto a piccoli bastoncini (larghi circa un dito).
Prendere ciascun bastoncino e allungarlo sbattendolo anche sul piano di lavoro. Successivamente intrecciateli su loro stessi ad uno ad uno.
Infine mettete tutti i grissini così ottenuti su una teglia da forno e spolverizzarli ancora  con un  pò di Sale Dolce.
Cuocere in forno (preriscaldato) a 200° per circa 20 minuti.

2010 05 mar

Il gran galà della gastronomia si avvicina


by Redazione Web

La Focarina

I palati più esigenti si tengano pronti, perché a Cervia torna la “Sagra della Seppia”! 

Da domenica 14 Marzo, con la Focarina di Primavera (spiaggia libera ore 20.30), prende il via la kermesse dedicata agli amanti della buona cucina marinara. La Sagra, giunta alla 12ª edizione, propone anche quest’anno un programma farcito di sorprese. Tutte le iniziative si svolgeranno alternandosi fra il lungomare Grazia Deledda di Cervia e il centro di Pinarella (zona centro commerciale). 

Per conoscere nel dettaglio gli eventi previsti fino al 21 Marzo clicca qui

Signori buongustai, ora non resta che attendere, con l’acquolina in bocca, l’apertura delle danze!

2010 12 gen

Involtini “ficoclensi”


by Redazione Web
Gli involtini ficoclensi al “sale dolce di Cervia”

Questo piatto, caratterizzato da una leggerezza unica, ben si presta per ogni aperitivo, antipasto o contorno che si rispetti. La facilità con cui è possibile preparare questa pietanza, ne rende pratica la realizzazione anche alle mani più inesperte. Detto questo, ecco a voi una ricetta con correzione cervese. Innanzitutto vi servono: 1 rotolo di pasta sfoglia, 1 uovo, 1 etto di fontina, 1 etto di Emmental, 1 etto di prosciutto cotto, pepe e “sale di Cervia”. Tagliate a cubetti i formaggi, oppure, se potete, tritateli con un robot da cucina. Messo il trito in una ciotola, aggiungetevi l’uovo, un pizzico di pepe e di “sale di Cervia”. Quando avrete amalgamato il tutto, potrete stendere la pasta sfoglia (vi sconsigliamo di utilizzare quelle surgelate). Sopra questa, formate uno strato di prosciutto cotto e versatevi sopra l’impasto precedentemente ottenuto. Spandetelo, con l’ausilio di una forchetta, per tutta la superficie della pasta sfoglia (sulla quale avevate già sistemato il prosciutto cotto, nrd). A questo punto, arrotolate la pasta sfoglia, fino ad ottenere una fattispecie di salame. Attrezzatevi di coltello affilato e tagliate il vostro “rotolo” in tante piccole rondelle, che sistemerete su una teglia (previa disposizione della carta da forno ovviamente). Disponete la teglia nel forno e cuocete i vostri involtini, in un forno ventilato a 175°C, fintanto che la pasta sfoglia non diviene dorata. Meglio avrete spalmato il composto sulla pasta sfoglia, meno il formaggio deborderà dai vostri involtini. Questi involtini devono il loro nome alla dolcezza conferitagli dall’utilizzo del sale cervese, in sostituzione di quello tradizionale. Ficocle era, infatti, il nome dell’antico insediamento di origine greca, antecedente storico della Cervia antica. Detto questo, non resta che consigliare di pasteggiare tale leccornia con un vino bianco secco, tipo Müller-Thurgau o, in mancanza di questo, Prosecco. Buon appetito!

2009 01 dic

Il Natale è più dolce con il sale di Cervia


by Redazione Web

Panettone di CerviaLa particolarità del sale cervese, la sua dolcezza e la delicatezza del suo sapore, unicum nel panorama italiano, conquistano sempre di più il cuore, ma soprattutto il palato, degli appassionati di queste terre. In virtù di ciò, da quest’anno, ai tradizionali prodotti (sale, cioccolata al sale e tanti altri) si affiancano il panettone di Cervia e gli acervi al cioccolato con sale “dolce” di Cervia. Il primo, immancabile protagonista di un Natale squisito, è arricchito con pinoli e miele di melata della Pineta di Cervia, oltre a deliziose scaglie di cioccolato al sale della città romagnola: praticamente un cittadino cervese a 360 gradi! I secondi, ideali per ogni pausa, sono gustosi biscotti al cacao con sale “dolce” di Cervia con la forma tipica dei mucchi di sale. Il loro stesso nome infatti, richiama i tradizionali Acervi al cioccolato con sale "dolce" di Cerviamucchi di sale che, anticamente, venivano formati lungo la strada che collega Cervia a Ravenna. Inevitabilmente in questi dolcetti è racchiusa una fetta importante della tradizione cervese, che li rende evidentemente immancabili per un Natale che si rispetti! Approfittate allora di questi prodotti per assaporare, avvolti dal tepore natalizio, una parte di Cervia, della sua tradizione e della dolcezza infinita di questa terra e del suo sale!